Progetto Laboratorio Artistico Permanente LAP

LA CITTA’ E’ ARTE – L’ARTE SI FA CITTA’

Laboratorio Artistico Permanente - LAP

per un’arte della Città

Referente: Marina Jovon marinjov [at] libero.it

Presidente P.E.R.: Alberto Madricardo alberto.madricardo [at] gmail.com

Premessa

La mostra d’arte itinerante è una delle articolazioni tendenzialmente permanenti del progetto di Venezia Consapevole. Scaturisce da un’iniziativa realizzata il 21 ottobre 2017- nell’ambito delle GIORNATE P.E.R. - presso la sede universitaria dell'ex cotonificio, nella quale diversi linguaggi a confronto esprimevano delle idee e delle emozioni su ciò che il MOSE rappresenta per Venezia. Già in tale occasione alcuni artisti (pittori e fotografi) avevano esposto le loro opere interfacciandosi con relazioni, video, contributi musicali, ecc. Le opere esposte in quell'occasione costituiranno il nucleo di partenza della futura mostra.

Le linee guida del progetto di cittadinanza risiedono nel suo acronimo: Pensare – Elaborare – Rappresentare permanentemente le vicende, le dinamiche, i problemi della città. In tal senso è evidente l'importanza di rivolgersi anche ai giovani coinvolgendoli quali cittadini di oggi e di domani.

Il progetto si propone come paradigmatico per un nuovo non episodico rapporto tra arte e città.

L'evento mostra diventa il momento conclusivo di un percorso di confronto e riflessione sui temi via via individuati e proposti, che trovano la loro espressione artistica nelle opere prodotte. Ma costituisce poi, a sua volta, un momento di partenza per attivare un'interazione stimolante con il visitatore. Gli si offre così un’opportunità di ripensare la propria città e il proprio ruolo di cittadino attraverso lo sguardo creativo delle arti, laddove l’aggettivo creativo non si limita all’accezione artistica, bensì comprende lo spazio del pensiero, della riflessione, dell’analisi consapevole.

La mostra itinerante:

Lo spazio mostra diventa così un contenitore/ luogo fisico e ideale dove di volta in volta i pensieri e le emozioni degli artisti su  diversi temi sensibili si incontrano con la città.

Al momento il tema proposto dall’associazione è: Il MOSE

obiettivi:

-stimolare al confronto sulle tematiche riguardanti la città e la sua vita, ma anche la riflessione sul ruolo dell’arte in essa

-promuovere l'espressione di pensieri e idee sui temi della città attraverso l'arte

-promuovere attenzione e cura per la vita della città, attraverso una rete partecipativa sinergica

-favorire la visibilità dell'identità di una comunità cittadina che trova la sua “'anima di polis ”

Target

- studenti di liceo e universitari che si formano in aree artistiche

- Cittadini sensibili all'espressione artistica e all'identità della città

Azioni

1° fase azioni di sensibilizzazione

-A) Incontro pubblico rivolto alla cittadinanza sui temi della funzione dell'arte per la città con dibattito e raccolta dei pensieri del pubblico. In tale occasione si farà la proposta della mostra sul MOSE.

-B) coinvolgimento, in qualità di partnership del progetto, della dirigenza del liceo Guggenheim, dell'Accademia delle Belle Arti e possibilmente del Liceo Artistico

-C) individuazione dell'istituto con il quale cominciare per primo l'intervento (dovrebbe essere l'Accademia Belle Arti, in quanto da riunione con Dirigente scolastico Liceo Guggenheim risulta che gli spazi pensati come espositivi non sono attualmente a norma per tale funzione)

-D) Concessione da parte delle due sedi scolastiche degli spazi

-E) incontri nelle sedi scolastiche di sensibilizzazione e coinvolgimento nel progetto con i docenti referenti e con gli studenti delle due realtà .

2° fase

-A) divulgazione, attraverso i social, degli obiettivi e dei temi della mostra con invito alla partecipazione.

-B) raccolta di adesioni, che non vedranno una selezione delle opere, la cui unica limitazione sarà legata allo spazio disponibile e al tempo necessario per allestire la mostra.

3° fase Sostegno al processo artistico nei confronti degli studenti

- acquisizione della disponibilità di docenti per favorire:

 a) il processo artistico di coniugazione tra senso e opera, la realizzazione della stessa, il suo allestimento e presentazione nello spazio espositivo (problematica della socializzazione  dell’arte).

 b) la qualità dell'opera e il rispetto delle scadenze

4° fase Pubblicizzazione dell'apertura della  Mostra con i diversi mezzi utili:

Giornali, social, locandine, manifesti, volantini, comunicati  interni alle scuole, totem per la segnaletica.

5° fase Allestimento mostra

La mostra prevede l’esposizione prevalentemente di opere pittoriche, ma anche, qualora possibile, la presenza di lavori plastici,  video,  opere musicali, e similari

-A) la raccolta dei materiali artistici

-B) loro istallazioni

-C) supporto di operai/tecnici per l'allestimento per più giornate.

5° fase -Realizzazione Catalogo/libro cartaceo e on line della mostra con foto e testi sul significato della mostra e delle singole opere

6° fase Inaugurazione Mostra

7° fase gestione della mostra

- illustrazione delle opere a cura degli studenti (alternanza scuola/lavoro?)

- Tutoraggio agli studenti da parte dei docenti o di esperti

- guardiania

8° fase Disallestimento mostra

- Utilizzo maestranze(operai/ tecnici)

- Ritiro opere da parte degli artisti.

- Pulizia finale

- smaltimento materiali  di risulta

Tempistica

Il progetto prende il suo avvio da gennaio 2018, in ipotesi con l'Accademia dalla quale si sono già acquisiti interesse e prime disponibilità, per arrivare ad aprile/maggio alla fase della prima mostra. Proseguirà poi da settembre a dicembre con le attività rivolte agli istituti scolastici, in ipotesi il liceo Guggenheim e il Liceo Artistico. Il primo ha già manifestato un grande interesse in proposito: potrà inserire il progetto nel P.O.F. (Piano Offerta Formativa), andando a costituire la fase di preparazione della mostra per aprile /maggio del 2019. Infatti nel 2019 il progetto ”La Città è Arte, L'Arte si fa Città” sarà ripresentato per prendere quel carattere di continuità e stabilità tale da essere una risorsa per la cittadinanza.

Qualora si dovessero evidenziare, in corso d'opera, degli ostacoli a portare concretamente a compimento la collaborazione con L'Accademia entro i tempi previsti, ci si è dotati di una parziale variazione del piano in termini di tempo rispettando comunque obiettivi e operatività:

-da gennaio 2018, oltre alla conferenza dibattito sulla funzione sociale delle mostre, si lavorerà per realizzare una prima mostra con la partecipazione di artisti cittadini, e la collaborazione con L'Accademia slitterà a settembre 2018.

Il progetto prevede: inizio gennaio 2018, termine giugno 2019 (18 mesi)

Referente: Marina Jovon marinjov [at] libero.it

Presidente P.E.R.: Alberto Madricardo alberto.madricardo [at] gmail.com